Che cos’è l’acido lattico?

Che cos’è l’acido lattico?

L’acido lattico è un sottoprodotto del metabolismo anaerobio lattacido. In sostanza si tratta di un composto tossico per le cellule, il cui accumulo si collega alla fatica muscolare.

Il corpo umano possiede delle difese verso l’acido lattico, infatti riesce a riconvertirlo in glucosio grazie all’attività del fegato. Quinde anche se l’acido lattico è tossico, non è proprio un prodotto di rifiuto!

Quando facciamo un eccessiva fatica muscolare, si forma maggiore acido lattico. Gli atleti impegnati in discipline anearobiche (durata dello sforzo dai 30 ai 200 minuti) sono costretti a gareggiare in condizioni di massima produzione ed accumulo di acido lattico. L’allenamento specifico ha appunto come scopo di saturare i muscoli all’acido lattico proprio per farli abituare a lavorare sotto sforzo. L’atlenta ha a disposizioni due tipi di allenamenti:

1 basato su sforzo continuo (20-25 minuti)

2 Basato sul lavoro ad intervalli

L’acido lattico viene smaltito nel giro di 2 o 3 ore e la sua qualità si dimezza ogni 15-30 minuti a seconda dell’allenamento e della quantità di acido lattico prodotto.

Ma la vera sorpresa è che il dolore che sentiamo non è dovuto all’acido lattico , contrariamente a quanto si pensa! In realtà il dolore è creato da micro lacerazioni muscolari che originano processi infiammatori.

Dunque in caso di dolori, rivolgersi ad un personal trainer!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *